Il mio viaggio a Praga

Buongiorno a tutti ragazzi e bentornati sul mio blog. Oggi vi voglio parlare di una città stupenda dei suoi aspetti positivi e negativi.

Alla fine di febbraio sono partita per Praga insieme al mio fidanzato. Ho deciso di parlarvene ora in quanto ero appena tornata da Tenerife e volevo riservare il racconto ad un po’ di tempo di distanza.

Sono partita il 23 febbraio e quando siamo arrivati a Praga c’erano la bellezza di -14 gradi. Devo dire che si congelava, e questo è il primo aspetto negativo che vi posso elencare. Ho trovato la settimana più fredda dell’anno, una temperatura gelida che a stento ti permetteva di visitare la città e di poter stare in giro.

Vi consiglio sicuramente la visita in battello, se non sbaglio con circa 30€ avrete il giro più la cena sul battello! Stupendo!

In questo week end ho soggiornato all’hotel Legie, un hotel abbastanza scarso ma che ho pagato davvero poco ed era attaccato al centro. La sera stessa abbiamo deciso di non uscire come tutte le altre sere. Purtroppo la temperatura alla sera era davvero invivibile . Il mattino seguente ci siamo alzati e siamo andati in centro, dove c’erano tutti i negozi e tutti i “baretti” con i cibi tipici davvero buonissimi. Praga è caratterizzata da tantissime chiese stupende, e ovviamente dopo aver trovato la settimana più fredda dell’anno, non potevo che trovare tutte le chiese in ristrutturazione. Ebbene sì, anche la chiesa più particolare di Praga con un orologio bellissimo, l’abbiamo trovata chiusa. Per il resto dei due giorni abbiamo visitato la città e alcuni musei. Tutto fantastico, sicuramente la città è bellissima ma vi sconsiglio assolutamente di visitarla a febbraio!

Temperatura più alta della giornata alle 16 di pomeriggio.

Annunci

Il mio viaggio a Tenerife

Ciao a tutti, finalmente sono tornata!

Questa volta però, vi parlerò del mio viaggetto a Tenerifeeee!!

Sono partita il 6 febbraio, purtroppo però il periodo non è stato dei migliori, con la scuola ero incasinatissima, in più mio papa non era stato tanto bene. Nonostante questo, il viaggio ormai era prenotato, perciò sono partita, con un po’ di pensieri per la testa che mi sono portata anche lì. Devo dire che è stato molto bello, avevamo la casa vicino a Playa de las Américas, Tenerife sur ovviamente. Ogni giorno trovavamo all’incirca 22 gradi e si stava veramente benissimo. Il nostro alloggio era a 300 mt dal mare e dal centro.

L’oceano era freddissimo e devo dire che nel periodo in cui siamo andati noi ha fatto un po’ più freddo rispetto ad altri periodi e quindi era anche molto ventilato. Per quanto riguarda il centro invece, era molto bello, specialmente la sera si riempiva di tantissime luci ed i negozi erano aperti fino alla sera tardi. In più, da Stradivarius ho trovato un maglione beige a 2,99€ di cui mi sono follevemente innamorata.

Il penultimo giorno invece, abbiamo deciso di andare a Santa Cruz de Tenerife, dato che negli ultimi giorni era molto nuvoloso. Devo dire che mi sono divertita un sacco, il carnevale è molto sentito, e nonostante io e la mia famiglia fossimo gli unici sette non vestiti da qualcosa e ci guardavano tutti malissimo per questo(😂), è stato veramente fantastico. Una cosa per cui ci sono rimasta male è che ho visto molte ragazze per Carnevale che giravano in perizoma, e sicuramente se c’è una cosa che non sopporto è questa. Trovavano qualsiasi escamotage per poter mostrare il sedere in qualsiasi modo. Tutto sommato la vacanza è stata bella, molto rilassante e sono riuscita ad abbronzarmi abbastanza. Le cose da vedere sono poche, perché come avete capito é più una vacanza mare, sole e shopping. Non ci sono diciamo opere o musei da visitare. Vi metto qui sotto qualche altra foto.

Finalmente il beato venerdì, richiesto e aspettato da tutti, e tutte le settimane. Quando è l’ultimo giorno di scuola o l’ultimo giorno di lavoro, quando si possono fare due giorni consecutivi a stare a casa, riposarsi, uscire e divertirsi. Purtroppo però, per me non sarà così questa settimana. Ho l’influenza, come penso l’abbia avuta almeno il 60% degli italiani. Ovviamente il restante 40% abita al sud😂 e se ne sta al caldo, al sole. Che ne sappiamo noi che abitiamo al nord!!

Sono rinchiusa in casa da tre giorni ormai, e la noia è tantissima. Non so più cosa fare, o come passare il mio tempo e la febbre non ha la minima intenzione di scendere, tanto quanto il mal di testa non ha intenzione di andarsene. Dopo due settimane di alternanza scuola lavoro, la settimana prossima si ritorna con tutte le interrogazioni e le verifiche. Per fortuna, mi aspettano Tenerife il 6 febbraio e Praga il 23, e non vedo l’ora di condividere con voi(chiunque mi segua o mi inizierà a seguire-si spera-) tutti i bei posti che vedrò.

Cosa fare a Barcellona

Ciao a tutti! Bentornati nel mio nuovo blog, oggi ho deciso di parlarvi di una città che a me sta molto a cuore, una città di cui sono innamorata, e che ho visto tante volte: Barcellona.

Sono stata a Barcellona un bel po’ di volte, alcune in famiglia, altre con delle vacanze studio e altre con amici. Ormai sto imparando a conoscerla, e ho deciso di aiutare anche voi a conoscere una città che merita di essere visitata.

L’alloggio

Ho alloggiato a Barcellona quasi sempre vicino alla Rambla, perché devo dire che mi trovo molto bene. È un punto molto centrale e che permette di arrivare un po’ “ovunque”. Ad ogni modo, vi consiglio di guardare gli alloggi su AIRBNB, un sito costituito da persone che affittano le loro case a Barcellona, a prezzi bassi. È un sito decisamente molto affidabile. Considerate che noi in tre persone abbiamo speso 250€ per cinque giorni. Pochissimo direi!

Come muoversi a Barcellona

Barcellona è una città che può essere tranquillamente visitata a piedi. Però, se così non fosse, potete sempre muovervi con i mezzi. Trovate spesso fermate della metro, è semplice, se doveste andare per esempio a Plaza Catalunya, potreste chiedere ad un addetto “Perdón, sabes que parada tengo que tomar para ir a Plaza Catalunya?”. Un altro modo spettacolare che ho conosciuto a Barcellona per potersi spostare è CABIFI, ovvero un’applicazione che a parer mio potreste scaricare. Semplicemente potete o prenotare un taxi o richiederlo sul momento impostando la localizzazione. É molto meno costoso rispetto ai taxi normali, sono cordialissimi! Vi aprono la portiera prima di salire, vi danno delle bottigliette d’acqua ancora sigillate e vi permettono di collegarvi al wifi della macchina. Inoltre durante il primo viaggio potrete usufruire di uno sconto di 6€. Vi dico solo che il mio primo viaggio avevamo speso 8 euro e con lo sconto abbiamo pagato 2€. Provare per credere. Un viaggio verso l’aeroporto l’abbiamo pagato 18 euro, quando all’andata con un taxi normale l’abbiamo pagato 32 euro. Assurdo.

Cosa vedere a Barcellona

Innanzitutto, come vi ho detto, dalla Rambla potete arrivare ovunque. All’inizio della Rambla potete trovare Plaza Catalunya, a metà il mercato La Boqueria, un mercato enorme e ricco di cose buone, è un mercato molto particolare che in Italia sicuramente non potreste mai trovare, con tutte le specialità spagnole. Mentre a fine Rambla sarete vicino al porto, dove avrete la possibilità di attraversare il ponte e arrivare al centro commerciale per un po’ di shopping. Se invece lo shopping non vi va, non attraversate il ponte, girate a sinistra e vi avvicinerete a Playa De La Barceloneta, che dista a circa 1,5 km.

Inoltre, sempre in zona porto, accanto al centro commerciale, potrete visitare l’acquario, davvero spettacolare, pagando un ingresso di 20€.

Per quanto riguarda invece la Sagrada Familia è decisamente lontana dalla zona porto, infatti vi consiglio di andarci con CABIFY. I ticket li potrete prenotare nel sito ufficiale della Sagrada Familia con qualche giorno di anticipo. Se avete meno di 26 anni li potrete acquistare al costo di 13€. Sennò dovrebbe essere sui 20€ se non sbaglio.

Un’altra metà da raggiungere in Taxi è il Parc Guell, è praticamente situata in montagna, ma ne vale la pena. Metá del parco potrà essere visitato gratuitamente, l’altra metà in cui si possono osservare gli edifici di Gaudì, ha un costo di 10€, sia prenotando online, sia facendo una fila all’interno del parco.

LA BOQUERIA MERCAT

ACQUARIO DI BARCELLONA PLAYA DE LA BARCELONETA

PLAZA DE ESPANYASAGRADA FAMILIA

Non esiste giornata senza pensieri

Ciao a tutti! I’m back!

Oggi è una giornata qualunque, piena di pensieri come sempre. Una solita giornata di scuola, in cui si studia(purtroppo) e si sta a letto al caldo. Pensavo che manca davvero poco a Natale e non vedo l’ora di partire per andare nella mia Sicilia!

Ebbene sì, l’ho tatuata! Sono pazza della Sicilia, mi piace il caldo, il calore delle persone, la mentalità, la libertà. Sono le mie origini, e ho deciso di inciderle sulla mia pelle per sempre. Aspettavo tantissimo di farlo, quando stavo male sapevo che andare in Sicilia mi avrebbe fatto stare bene, ero libera di essere chi sono realmente. La mia felicità sta a 1200km purtroppo. Spero di farvi conoscere una parte di me piano piano. Buona giornata a tutti❤️

Il primo modo di farmi conoscere

Ciao a tutti, questo è il mio primo articolo. E come ho scritto nel “titolo” è soprattutto il primo modo di farmi conoscere da voi.

Vorrei che il mio “blog” fosse come un diario , dove vi racconto come ho trascorso la mia giornata. Perciò incomincerò da ieri; Ieri, doveva essere una normale domenica, una di quelle in cui ci si alza tardi e si resta nel letto in pigiama fino alla sera. In realtà, mi sono alzata presto, ieri c’era il battesimo di mia nipote, Nicole. Ho iniziato a prepararmi presto, lavarmi, vestirmi, truccarmi, pensando agli accessori da abbinare e al trucco perfetto con i miei vestiti(Mostrerò tutto nelle foto). Inizialmente siamo andati tutti in chiesa dove si è svolta la cerimonia, per poi andare in una sala che ha affittato mio fratello e dove avevamo a disposizione un buffet ricco di qualsiasi pietanza. Mi sono divertita molto 😅64133DDE-2568-4D7E-9F40-29D8D1AC1537<

Con il mio solito bicchiere di prosecco in mano, ho deciso di indossare degli orecchini a cerchio di Bijou Brigitte, due collane di Swarovski è un orologio Daniel Wellington che purtroppo non è in vista. I capelli sono stati fatti mossi con una piastra che poi vi farò vedere(sempre da me). Oltre ai vestiti ho un’altra passione: i trucchi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Indossavo una tuta intera bianca e nera by zuiki con scollo trasparente davanti, un pellicciotto bianco di Motivi e le scarpe  di quanticlo.

Bevenventi in StayJulie.

Ciao a tutti.. Farò una presentazione veloce. Mi chiamo Giulia e ho 18 anni. Ho deciso di aprire questo”blog” perché adoro scrivere. Vorrei condividere con voi le mie passioni e la mia quotidianità. Adoro la moda, fare shopping, e soprattutto adoro viaggiare, in particolare modo adoro la Spagna, il cibo che hanno, la loro mentalità libera ed aperta. Vivo a Vigevano, in provincia di Pavia ma ho origini siciliane e quando ne ho la possibilità vado in un paesino in provincia di Caltanissetta, dove ho anche conosciuto il mio attuale fidanzato. Spero di coinvolgervi nei miei futuri articoli